Project promoter

Working group organisation

The network is made up of a group leader, four Italian partners and six European members.

The ISMU foundation (group leader) is in charge of the management, control and monitoring of the project. Specifically, the ISMU takes care of the communication between partners and members, the organisation of meetings, the preparation of the common methodology, the coordination of research activities, analysis and bench-marking of practices, the creation and management of the website, the final report redaction, publication and distribution. Furthermore, the ISMU foundation carries out the activities of analysis and benchmarking of practices in Lombardy, in coordination with the Region of Lombardy (partner).

The Region of Umbria and the Region of Campania (both partners) participate to the project activities and share their knowledge and experience of their territory in terms of integration. The CIDIS (ONG, partner) supports the Regions of Umbria and Campania in the activities described above. The CIDIS participates to the three meetings and organizes the two events of dissemination in Umbria and in Campania.

The six European members (referred to as members) carry out research activities in the ambit of their region/country. The whole network (group leader, partners and members) meets three times during ten months of the project. The whole network collaborates to the elaboration of a common methodology for the analysis and bench-marking of practices as well as to the empirical test and website. The project was formalized through a convention signed the 13th Sept 2012.

To meet the objectives, three organisms are set up. First of all, a Scientific committee, coordinated by the ISMU foundation, is made up of a scientific consultant, V. Cesareo, three experts from the ISMU foundation and at least one expert from each organisation (partners and members). The Scientific committee meets three times during the realisation of the project and develops the activities foreseen from one meeting to another in accordance with the indications given by the general coordinator. A Working group, within the ISMU foundation, fulfils the functions of organising, implementing and supervising the project. The Working group is made up of the project leader (G.C. Blangiardo), the project coordinator (D. Carrillo), the person in charge of the monitoring and website (G. Gilardoni), the coordinator for the draft report (M. D’Odorico) and the administrative representative.

A process and evaluation systems expert (A. Vergani) collaborates to the methodological elaboration of the grid. He is also in charge of the planning and realisation of the bimestrial monitoring, interim and final assessment of the actions undertaken. Finally an operational Secretary (P.G. Van Wolleghem) is set up for the communication between the network members and for the meetings’ organisation.

For the partners, three contacts belonging to the organisms are involved: one for the Region of Lombardy (C. Demarchi), one for the Region of Umbria (E. Bigi) and one for the Region of Campania (F. Caragliano). For the CIDIS, the figures participating are: a project contact (M. T. Terreri), a senior researcher for the Region of Umbria (D. Bico) and a senior researcher for the Region of Campania (M. T. Terreri), a responsible for the two events/conferences for the dissemination at local level in Umbria and Campania (A. De Luca).

The six researchers from the six European countries members of the network are responsible for research activities regarding their respective countries.


Organizzazione del gruppo di lavoro

Il network è composto da un group leader, quattro partner italiani e sei membri europei.

Fondazione ISMU (group leader) è incaricata della gestione, del controllo e del monitoraggio del progetto. In particolare, ISMU si occupa della comunicazione tra partner e soggetti membri; dell’organizzazione degli incontri; della progettazione della metodologia condivisa; della coordinazione delle attività di ricerca, analisi e benchmarking delle pratiche; della creazione e gestione del sito; della stesura, pubblicazione e distribuzione del report finale. Fondazione ISMU svolge infine le attività di analisi e benchmarking delle pratiche in Lombardia, in coordinazione con Regione Lombardia (partner).

Regione Umbria e Regione Campania (entrambe partner) partecipano alle attività del progetto e condividono le loro conoscenze ed esperienze in tema di integrazione relativamente ai loro territori. Il CIDIS (partner) affianca Regione Umbria e Regione Campania nelle attività sopra descritte. Partecipa inoltre ai tre meeting internazionali e organizza i due eventi di divulgazione in Umbria e Campania.

I sei membri europei svolgono attività di ricerca nell’ambito della loro regione/paese. L’intero network (group leader, partner e soggetti membri) si incontra tre volte nel corso dei dieci mesi di progetto, con lo scopo di elaborare una metodologia comune per l’analisi e il benchmarking delle pratiche, di effettuare la sperimentazione empirica e di predisporre il sito. Il progetto EMILL è stato formalizzato da una convenzione firmata il 13 settembre 2012.

Per l’adempimento degli obiettivi sono stati creati tre organismi. Innanzitutto, un Comitato scientifico coordinato da Fondazione ISMU e composto da un consulente scientifico, V. Cesareo, da tre esperti di Fondazione ISMU e almeno un esperto per ogni partner/soggetto membro. Il comitato scientifico si incontra tre volte nel corso della realizzazione del progetto e sviluppa le attività previste da un meeting all’altro, secondo le indicazioni date dal coordinatore generale. In secondo luogo, un gruppo di lavoro, interno a Fondazione ISMU, svolge le funzioni di organizzazione, attuazione e supervisione del progetto. Il gruppo di lavoro è composto da un project leader (G.C. Blangiardo), da un project coordinator (D. Carrillo), da un responsabile del monitoraggio e della gestione del sito (G. Gilardoni), da un coordinatore per la stesura del report (M. D’Odorico) e da un rappresentante amministrativo. Collabora all’elaborazione metodologica della griglia di valutazione anche un esperto di sistemi di processo e valutazione (A. Vergani), incaricato altresì del monitoraggio bimestrale e dell’interim e final assessment delle azioni intraprese. Infine, per la comunicazione tra le varie parti del network e per l’organizzazione dei meeting è stata allestita una segreteria operativa (P.G. Van Wolleghem).

Per quanto riguarda i partner, vi è un contatto per ogni regione coinvolta: C. Demarchi per Regione Lombardia, E. Bigi per Regione Umbria e F. Caragliano per Regione Campania. I contatti del CIDIS sono i seguenti: M.T. Terreri, responsabile di progetto e senior researcher per Regione Campania, D. Bico, senior researcher per Regione Umbria, e A. De Luca, responsabile degli eventi di divulgazione a livello locale in Umbria e Campania.

I sei ricercatori appartenenti ai sei membri europei sono incaricati delle attività di ricerca nei loro rispettivi paesi/regioni.

Project leader

Fondazione Ismu

Partners

Regione Lombardia Regione Umbria Regione Campania Cidis Onlus

Members

ACIDI, Portugal, participant: M. Horta
Cabildo de Tenerife, Spain, participant: D. Buraschi
CVEK, Slovakia, participant: E. Gallova kriglerova
Hessisches Ministerium der Justiz, für Integration und Europa, Germany, participant: W. Kindermann
Integration Centre, Ireland, participant: K. Forde
IRFAM, Belgium, participant: A. Manço